Giancarlo Budace

Big fan of opensource and ubuntu

Website URL: http://joomlabuff.com/

Il progetto presentato dall'ASC dal titolo "Noi italiani parliamo con le mani " è stato prescelto (fra i 49 concorrenti) dalla Giuria incaricata dalla Direzione Generale Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) in collaborazione con Anica,fra i 5 cortometraggi d’autore, originali e inediti, che descrivano al pubblico straniero l’eccellenza italiana in cinque macro-aree artistiche,  al fine di realizzare una campagna di comunicazione istituzionale per il rilancio all’estero dell’immagine del nostro Paese, all’indomani dell’emergenza COVID-19.


 

La Giuria, composta da Maria Pia AmmiratiPiera DetassisMonica MaggioniLudovica RampoldiGabriele Salvatores ha selezionato i 5 progetti di cortometraggio che saranno realizzati su incarico della Direzione Generale Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per l’avvio della campagna di promozione all’estero dell’eccellenza italiana.

La risposta alla call, organizzata in collaborazione con ANICA per il tramite di ANICA Servizi, è stata molto importante.

Tra i 49 progetti che si sono candidati tra il 10 luglio e il 4 settembre 2020, la Giuria ne ha selezionato uno per ciascuna delle macro-aree artistiche indicate nel Regolamento:

  • design, architettura, moda: Noi italiani parliamo con le mani di Carlo Poggioli per ASC – Associazione italiana Scenografi Costumisti arredatori
  • editoria, lingua italiana(con riguardo anche al settimo centenario della morte di Dante Alighieri): Dolente bellezza di Roberto Recchioni
  • cinema e audiovisivo: Guardami così di Edoardo De Angelis, Adriano Morelli, Maria Limodio
  • spettacolo dal vivo: Rigoletto a Circo Massimo di Enrico Parenti
  • arte e patrimonio: Il sole e le altre stelle di Caterina Carone

La Giuria ha inoltre indicato al MAECI altri cinque cortometraggi meritevoli di sostegno per la campagna di promozione all’estero dell’eccellenza, ove ve ne siano le condizioni. Questi sono:

  • Azione di Manlio Castagna e Gabriele Lavia
  • Il filo di Cinzia Lo Fazio
  • Il seme delle parole di Marino Guarnieri
  • E il suon di lei di Luciano Tovoli
  • Do you speak Italian? di Alessandro D’Alatri

http://www.anica.it/news/news-anica/corti-dautore-per-leccellenza-italiana-selezionati-i-5-progetti-per-la-campagna-di-promozione-del-maeci

La formula degli European Film Awards 2020, che prevede l’assegnazione on line anticipata dei premi tecnici e la diretta streaming dei premi principali sabato 12 dicembre, ha già garantito tre premi al cinema italianoVolevo nascondermi di Giorgio Diritti si è assicurato il Premio EFA alla fotografia di Matteo Cocco e ai costumi di Ursula Patzak.

Il documentario Il varco di Michele Manzolini e Federico Ferrone ha vinto il premio per il montaggio di Maria Fantastica Valmori.

link : https://www.europeanfilmawards.eu/en_EN/winner-current

Carissimi,
vi inoltriamo in allegato l'articolo di Valeria Arnaldi pubblicato sulla cronaca di Roma del Messaggero del 16 Dicembre 2020, sul nostro amato Giuseppe Peruzzi (Puccio) che ci ha lasciati improvvisamente lo scorso sabato 12 dicembre.
 
L'ASC rinnova la sua vicinanza alla famiglia e alla ditta Costumi d'Arte, che continuerà ad essere considerata un punto di grande riferimento per tutti noi.
 
 
Il Presidente ed il Direttivo
Carlo Poggioli
 
 
 
 

Care Socie, Soci e cari Sponsor,

è venuto a mancare Angelo Sormani (Rancati) che molti di noi hanno avuto la fortuna di conoscere e apprezzarne la cultura, la  simpatia ed il grande spirito di collaborazione.

Una persona straordinaria, che con il fratello Giuseppe ha condotto per tanti anni la famosissima ditta Rancati, fondata addirittura nel 1864 (che ha visto il passaggio di gestione di ben quattro generazioni) con sede a Roma e Milano, alla quale si sono rivolti e si rivolgono ancora i più famosi registi, scenografi e costumisti di tutto il mondo  per noleggiare o acquistare attrezzeria scenica per cinema, teatro, televisione.

Ci uniamo al dolore di Romolo e Cristina, figli di Giuseppe e nipoti di Angelo, che continuano a condurre e a portare alto nel mondo il nome della "Fabbrica dei Sogni" Rancati.

 

I funerali si svolgeranno LUNEDI 30 NOVEMBRE ALLE ORE 11,00

                                       CHIESA DI SAN LORENZO FUORI LE MURA

                                       PIAZZALE DEL VERANO - ROMA

Il Presidente

Carlo Poggioli

mercoledi 25 novembre,

Rai ITALIA "L'Italia con voi"

condotta da Monica Marangoni

 

 

Carlo Poggioli ospite a "L'Italia con Voi" programma quotidiano ideato e prodotto da Rai Italia, interamente dedicato agli italiani nel mondo, seguito da circa 12 milioni di telespettatori, nostri connazionali che vivono all'estero.

Oltre alla sua carriera, ha presentato la rivista "Scenografia e Costume" edita dall' Associazione Scenografi, Costumisti e Arredatori italiani, della quale è Presidente.
 
Per abbonarsi alla nostra bellissima rivista edita bilingue in Italiano/Inglese (sia on-line, che per ricevere la copia cartacea a casa) è molto facile: basta visitare il sito
 
n17
 
Può essere un'idea regalare un abbonamento per Natale ai vostri amici e ai vostri cari facendolo comodamente da casa.
 
E' una rivista che racconta il mondo del cinema, del teatro e della televisione ma visti dal "Dietro le quinte"
Per rivedere la puntata completa di "Italia con voi" (dove si parla di arte, cultura e moda) potete farlo sul sito di Rai play Italia al link
 

Vi suggeriamo un'altra intervista molto interessante, prima di questa intervista, a Giuseppina Angotzi (sartoria "Il Costume") che racconta la storia del suo amore verso il mondo dei costumi.
 

 
REPORT ASSEMBLEA ZOOM DEL 14 NOVEMBRE 2020/ CORTO ASC / BONUS e AGGIORNAMENTI VARI
 
Care Socie, cari Soci e cari Sponsor,
di seguito il report della riunione via zoom del 14/11/2020 ed aggiornamenti vari.
Nonostante il difficile periodo che tutti noi stiamo attraversando, l'ASC va avanti nei suoi progetti e malgrado tutto sta crescendo sempre di più !

REPORT ASSEMBLEA ZOOM DEL 14 NOVEMBRE 2020

 

assemblea14 11 2020 zoom
 
IL MANDATO DELL'ATTUALE DIRETTIVO E' STATO PROROGATO PER ALTRI DUE ANNI.

All’Assemblea ordinaria del 14 novembre 2020 ore 18.00 erano presenti all'assemblea 68 soci votanti, 1 socio in corso di iscrizione come auditore, la nostra segretaria Alessandra Andreano e il nostro avvocato Annaluce Licheri. 
 
La riunione ha avuto inizio alle ore 18.00 con la presentazione dei progetti al momento in lavorazione: la nuova sede e l'imminente presentazione presso il MAECI del Corto realizzato da ASC per il bando "CORTO D'AUTORE". 
 
Si sono sottoposte all’Assemblea le motivazioni della proposta di proroga del mandato dell’attuale Consiglio Direttivo e dell’attuale Presidente per un periodo temporale di due anni, al fine di consentire l’ultimazione dei progetti in corso, che hanno subito un notevole rallentamento a causa del COVID-19. 
 
Il Presidente Poggioli ha rappresentato la richiesta pervenuta alla Segreteria da 3 (tre) soci via e-mail, i quali concordavano sulla proroga del mandato per soli 12 mesi. 
I 68 soci presenti, ivi inclusi i componenti dell’attuale Consiglio Direttivo il cui voto non è stato computato perché in conflitto di interessi,  hanno votato a favore della proroga di 24 mesi del mandato dell’attuale Direttivo e del Presidente in carica. 

Per quanto precede, l’Assemblea all’unanimità dei 57 presenti aventi diritto di voto conformemente alle disposizioni dello Statuto ha approvato la proroga di un ulteriore mandato (due anni) per l'attuale direttivo e quindi per il Presidente in carica. 

Un augurio di benvenuto nel direttivo al nostro socio scenografo Marco Dentici, che per diritto numerico di voti ottenuti alle ultime elezioni del 2018, sostituirà la socia dimissionaria Fiorenza Cipollone. 

La riunione è proseguita affrontando i temi sulle difficoltà della  ripresa del lavoro durante questo grave momento per la nuova esplosione della pandemia, sulle  modalità per poter accedere agli ultimi ammortizzatori sociali decretati dal governo, e sulle irregolarità contrattuali che alcuni dei nostri soci hanno dovuto affrontare con alcune produzioni.
 
Preghiamo tutti i soci in difficoltà con le loro produzioni per la mancata osservanza dei protocolli di sicurezza, o che hanno ricevuto strane proposte contrattuali durante questo periodo di emergenza (ovvero contratti settimanali che alcune produzioni stanno proponendo) di comunicare le suddette irregolarità alle nostre organizzazioni sindacali o alla nostra segreteria.


CORTO D'AUTORE ASC "NOI ITALIANI PARLIAMO CON LE MANI"
 
E' stato consegnato ieri (venerdì 20 Ottobre), nella sede del MAECI (Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale), il file-master del corto d'autore ASC: 
"Noi Italiani Parliamo con le mani".
 
L'ASC ringrazia la Eagle Pictures per aver seguito e prodotto il nostro progetto e per aver anticipato i fondi necessari ad affrontare tutte le spese per la sua realizzazione, che saranno rimborsati a saldo dal Maeci a finale approvazione.
Fondamentale la collaborazione di Gianluca Leurini (produttore esecutivo) e Vanessa Zerda Rueda (direttore di produzione)
 
Grazie a Jonas Carpignano che ha collaborato alla sceneggiatura con Alida Cappellini, al regista Luca Gregori che con Alida ha seguito il progetto dall'inizio, curando tutte le riprese (in varie locations italiane) fino al montaggio finale.
 
Ma se siamo riusciti a realizzare tutto ciò lo dobbiamo anche al grande supporto dei nostri Sponsor che ci hanno concesso l'uso gratuito dei loro costumi, delle scarpe, dei gioielli, delle parrucche e dei vari laboratori che ci hanno concesso di utilizzare i loro materiali e di girare nelle loro location.
 
Un grazie particolare al nostro socio onorario Giorgio Armani, a Gabriella Pescucci e Milena CanoneroTirelli Costumi e "Il Costume" per averci concesso l'uso dei loro meravigliosi abiti.
 
Appena il Maeci ci darà il permesso, pubblicheremo il corto in due versioni (una da tre minuti, l'altra da 1 minuto) sui nostri social.


AVANZAMENTO LAVORI NUOVA SEDE ASC
 
I lavori per il completamento della nostra nuova sede stanno proseguendo a ritmo serrato.
Sono state completate le pavimentazioni, gli infissi ed i sanitari sono in montaggio.
Speriamo di arrivare presto alla fine di questo incubo-emergenza per poterci finalmente rivedere tutti e organizzare l'inaugurazione della nuova sede.
lavorisedeasc1
 
lavorisedeasc2


VUOI RICEVERE LA RIVISTA ASC N.17 A CASA?

Considerando le difficoltà per venire a ritirare la vostra copia cartacea dell'ultima rivista n.17 nel nostro ufficio di Cinecittà, abbiamo pensato di fare uno strappo alla regola, ovvero ci sembra giusto inviarvela via posta al vostro domicilio. 
 
Chi vuole ricevere la rivista n.17 a casa è pregato quindi di inviare una e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   indicando il giusto domicilio a cui deve essere spedita. 
 
Vale la pena di sfogliarla e mostrarla agli amici ...è veramente un numero eccezionale, di grande valore culturale ed artistico.  Ricordatevi che può essere un'idea (e nello stesso tempo un aiuto all'ASC) regalare un abbonamento alla rivista per Natale ai vostri cari, sia on-line che cartaceo. Essendo pubblicata anche in inglese può essere un'idea per i vostri amici e colleghi stranieri. 

Un abbonamento costa solo 30 euro per tre numeri on-line e 34 euro (incluso la spedizione in Italia) per ricevere tre numeri della copia cartacea.

E' semplicissimo regalare un abbonamento comodamente da casa, basta visitare il sito:
n17

AMMORTIZZATORI SOCIALI e FUTURI RISTORI DECRETO GOVERNATIVO
 
Per chi ne avesse avuto diritto, sono stati elargiti il 18 novembre i BONUS di 1.000 euro relativi al mese di agosto, ed abbiamo avuto conferma da molti  soci che il bonifico è arrivato.
Contrariamente a quanto detto fino ad oggi, potranno usufruire di questo bonus anche i lavoratori che erano con un contratto in essere alla data del 15 di agosto.L’incompatibilità con l’erogazione dell’indennità onnicomprensiva di Agosto è, ora, determinata da un contratto di lavoro dipendente in essere alla data del 19 maggio.  
Per maggiori informazioni consultate l'allegato n.1 inviatoci da poco dalle organizzazioni sindacali.
 
Il prossimo ammortizzatore "Ristori" dovrebbe essere elargito entro la fine di novembre. 


PER COLORO CHE ANCORA NON SONO IN REGOLA CON LA QUOTA ASC

Nonostante i vari solleciti molti soci ancora non hanno ancora saldato la quota sociale per il 2020. Per favore, l'anno sta per finire, se potete, cercate di mettervi in pari facendo il vostro bonifico a:

ASC
 IBAN:  IT 40 N 02008 05083 000400273787
UNICREDIT - FILIALE 41
CAUSALE: QUOTA ASSOCIATIVA  ASC 2020
per i Senior 150 euro e per i Junior 60 euro
 
Grazie a tutti 
Il Presidente   ed il Direttivo
Carlo Poggioli
 

 
 
 
Care Socie e cari Soci,
vi inoltriamo questo importante comunicato inviatoci dalle Segreterie Nazionali ( destinato ad Anica, Apa, Ape ) riguardo l'estensione della cassa integrazione o dell'assegno FIS per i lavoratori del settore e per la copertura INPS in caso di quarantena obbligatoria dovuta a casi covid sui set.
 
Attenzione a non sottoscrivere contratti individuali con clausole di sospensione temporanea e di rescissione del contratto stesso per eventi dipendenti o connessi alla pandemia in corso .
Il Presidente   ed il Direttivo 
Carlo Poggioli
 
loghisindacati
 

Spett.li

Anica Apa Ape

Crediamo che non sia necessario ricordare a tutti noi, organizzazioni sindacali e associazioni datoriali, gli sforzi che abbiamo compiuto per ottenere condizioni sopportabili, ma contemporaneamente sufficientemente sicure per offrire ai lavoratori condizioni di supporto emergenziale che possono riflettersi anche a beneficio delle aziende, qualora si verifichi la necessità di sospendere o cessare l’attività di un set.

E quindi ricordiamo che siamo riusciti a produrre un Protocollo Sicurezza validato dalle istituzioni preposte e ad ottenere l’estensione del diritto al trattamento di cassa integrazione in deroga o all’assegno FIS destinato ai lavoratori del settore.

Purtroppo stiamo ricevendo diverse segnalazioni da parte di lavoratori ai quali viene proposto di sottoscrivere un contratto individuale recante particolari clausole di sospensione temporanea fino alla rescissione del contratto stesso per eventi dipendenti da o connessi con la Pandemia in corso.

In quella ipotesi, il lavoratore, recita la clausola, non riceverà alcun compenso o indennità per le ore non lavorate.

Considerato, invece, che gli strumenti di cui sopra sono a disposizione di tutte le aziende, riteniamo che sia opportuno che i contratti individuali, invece di riportare clausole simili a quelle citate, facessero riferimento all’impegno dell’azienda ad avviare, nel caso, le procedure per la richiesta della CIGD o della tutela del Fondo d’Integrazione Salariale.

Le modalità sono contenute nella circolare INPS n. 115 del 30 settembre 2020.

Ovviamente non possiamo non evidenziare, anche se la cosa può apparire pleonastica, che qualora un’azienda si trovasse nella non auspicabile condizione di dover sospendere od interrompere un set o, comunque, la propria attività, le scriventi OO.SS. assicureranno la massima collaborazione per evitare le irrimediabili conseguenze sulla vita delle società e garantire la maggiore tutela ai lavoratori con l’intento di rendere il meno traumatiche possibile, per tutti, le conseguenze della pandemia.

Vogliamo anche ricordare che i decreti governativi hanno stabilito la copertura per chi dovesse contrarre il virus sul luogo di lavoro mediante indennità da infortunio (INAIL) ovvero per chi, in forza di contagi avvenuti sul luogo di lavoro fosse sottoposto dall’autorità sanitaria a misure di quarantena obbligatoria mediante indennità di malattia (INPS). Pertanto, con le dovute cautele e attenzioni a protocolli e procedure sanitarie, è possibile anche gestire le sospensioni in modo proficuo e tutelato. Quindi non è necessario ricorrere a clausole contrattuali vessatorie, basta applicare le norme previste e faticosamente ottenute.

Ovviamente, quanto sopra non fa e non vuol fare riferimento a casi specifici, verso i quali i lavoratori e le rispettive organizzazioni si attiveranno con azioni mirate e specifiche. Come, confidiamo, faranno le associazioni datoriali in indirizzo a sostegno delle aziende in difficoltà. 

Proprio però nello spirito di collaborazione e di dialogo che, soprattutto in questo periodo, riteniamo che sia opportuno e doveroso, ci permettiamo di rivolgere questo appello generale perché tutti, sia collettivamente che individualmente, possono essere portatori di un messaggio finalizzato ad un bene comune ed all’utilizzo degli strumenti ad hoc che già esistono. Ed evitare comportamenti che possano mettere in difficoltà tutto il settore.

 

Slc Cgil  -  Fistel Cisl  -  Uilcom Uil


 

culturaitaliaelogo

 

FIRMA L'APPELLO CONTRO LA CHIUSURA DEI CINEMA E DEI TEATRI

 

Care Socie, Soci e Sponsor,
sicuramente molti di voi avranno gia' aderito a questa iniziativa, quindi invitiamo chi non l'avesse ancora fatto a 
firmare questa petizione indirizzata al Presidente Conte e al Ministro Franceschini contro la chiusura dei Cinema e dei Teatri, che avrà gravi conseguenze e ripercussioni non solo sull'economia  italiana, sull'intero comparto culturale, ma anche sulle nostre professioni che sono al servizio del mondo dello spettacolo.

Grazie a tutti
Il presidente ed il direttivo


 vissidarte

Gentili Presidente Conte, Ministro Franceschini,
in merito all’intenzione di richiudere Teatri e Cinema contemplati esplicitamente nella bozza del prossimo Dpcm, ed eventuali altri fondamentali luoghi della cultura al momento non esplicitati, nel tentativo di scongiurarne l’approvazione che avrebbe conseguenze nefaste sull’intero comparto culturale e sullo spirito dei cittadini, richiamiamo la Vostra attenzione sui seguenti punti:

1) i lavoratori dello spettacolo dal vivo hanno messo il loro straordinario e personale impegno per riaprire Teatri e Cinema nel pieno rispetto dei protocolli per la tutela della salute. Essi sono luoghi sicuri dove il pubblico è seduto con mascherina e non parla durante la rappresentazione. L’uscita e l’entrata sono regolati e rispettano il distanziamento. Questi luoghi rappresentano oggi un esempio virtuoso di gestione degli spazi pubblici in epoca di pandemia.

2) Abbiamo riconquistato faticosamente il nostro pubblico, spesso titubante e confuso da una comunicazione altalenante e ansiogena, a riacquistare i biglietti, rassicurandolo sulla certezza degli spettacoli e sulla scrupolosa adozione di tutte le misure di sicurezza.

3) Per quanto concerne i teatri abbiamo riavviato l’attività di produzione degli spettacoli sospesi, investendo pertanto nuovamente per il loro riallestimento. Peraltro tutti i voucher emessi acquisiti per gli spettacoli se fossero annullati dovrebbero essere riemessi nuovamente per non gravare sulle casse dei teatri;

4) Abbiamo riprogrammato tournée, concerti, uscite cinematografiche assumendoci enormi rischi, investendo e scommettendo quindi anche sul futuro, malgrado lo stato di incertezza dominante;

5) Abbiamo fatto rientrare tutti i dipendenti dalla Cig, garantendo loro non solo la giusta retribuzione ma soprattutto la dignità del lavoro;

6) l’ultimo punto sul quale richiediamo la vostra preziosa attenzione è il più importante in assoluto: chi opera nel settore della cultura è consapevole dell’importanza che essa ricopre soprattutto in momenti difficili come quello che ci troviamo ad affrontare. Sarebbe un grave danno per i cittadini privarli della possibilità di sognare e di farsi trasportare lontano oltre i confini della propria quotidianità.

È soprattutto per l’importanza di non privare l’Italia del proprio immaginario collettivo che vi chiediamo a nome della Associazione Cultura Italiae che rappresento, e dunque di tutti i comparti e i generi dello Spettacolo dal vivo, dei Produttori Cinematografici, degli Artisti, degli Esercenti, delle Gallerie d’Arte, dei Musei, delle Sale da Concerto, di mantenere indistintamente tutti i luoghi della cultura aperti!

Siamo importanti per la società civile perché vi supportiamo nel vostro difficile compito istituzionale a mantenere elevato lo spirito dei cittadini, nella piena consapevolezza delle sofferenze che stanno incontrando a livello personale, familiare e professionale. È soprattutto in questa seconda ondata che ne avremmo più bisogno.

Il teatro e il cinema non possono fermarsi perché sono la riserva invisibile di senso, per la vita pubblica e individuale dei nostri concittadini.

Tuteliamo la parte visibile di questa riserva di senso.

Confidiamo in voi

https://www.culturaitaliae.it/vissidarte/

bottonefirmavissidaerte

Care Socie e cari Soci,
vi inoltriamo questa comunicazione importante che ci è arrivata dalle Segreterie Nazionali.
Se riscontrate anomalie nell'applicazione dei protocolli sanitari sui vostri set, ma anche durante le preparazioni, siete pregati di comunicare immediatamente il non rispetto delle regole scrivendo alle suddette segreterie o alla nostra che girerà subito le segnalazioni .
Purtroppo stiamo assistendo a molti fermi di produzioni in corso per casi covid accertati sui set. Abbiamo riscontrato che alcune produzioni, pur di terminare le riprese , riprendono con superficialità il lavoro non rispettando le regole fondamentali dei protocolli ufficiali formulati dai nostri delegati Fidac  e condivisi con le organizzazioni Sindacali, Datoriali, e validati dai vari Ministeri  il 7 luglio scorso.
 
I nostri reparti sono purtroppo fra i più esposti ai contatti con le comparse e con gli attori, così come lo sono i reparti di scenografia con tutta la troupe sul set.
Dobbiamo essere molto uniti in questo momento per affrontare la grave crescita dei contagi, quindi non dobbiamo avere nessuna paura di denunciare la mancanze o anomalie del rispetto dei protocolli. E' in gioco la salute di noi tutti, e dell'Italia intera.
 
Il Presidente ed il Direttivo
Carlo Poggioli

 loghisindacati
 
Riceviamo diverse segnalazioni dai lavoratori, in questo momento di forte innalzamento dei casi di positività al covid-19, circa la corretta applicazione dei DVR e, in alcuni casi, della coerenza degli stessi con il Protocollo Sanitario condiviso tra le Organizzazioni Sindacali e le Associazioni Datoriali e validato in luglio dai Ministeri del Lavoro, della Salute, dei Beni Culturali e dall’INAIL (07/07/2020). 
  
Le scriventi OO.SS. procederanno per ottenere l’attivazione degli RLS ovvero, laddove fosse necessario, degli RLST per garantire la corretta applicazione delle norme sanitarie. 
  
Invitiamo in ogni caso i lavoratori a segnalare alle scriventi OO.SS. le eventuali decisioni, riguardanti i tempi di sospensione per gli eventuali casi di soggetti positivi sul set, nonché la corretta attività d’indagine ai fini dell’individuazione e l’isolamento dei possibili contatti stretti, non rispettose delle procedure previste dalle circolari del Ministero della Salute, ultima 0032850-12/10/2020, dai DPCM, nonché le procedure specificamente previste per il settore dal Protocollo per il cine-audiovisivo, procedure rispetto alle quali avrebbero dovuto ricevere adeguata informazione e formazione. 
  
Decisioni improvvide che non rispettino l’insieme delle procedure sopra menzionate, mettono a rischio la salute dei presenti sul set e, per propagazione diretta e indiretta, anche di altri set fino a sfociare nella società civile. 
Al riguardo, siamo venuti a conoscenza della circolazione di un vademecum comportamentale che non rispetta né le previsioni del Protocollo Sicurezza del Cine-audiovisivo né le previsioni dei DPCM. Ci sembra un vademecum piegato alle logiche del finire il prodotto a tutti i costi, non dedicato alla preservazione della salute e del contenimento del contagio. 
Diffidiamo pertanto le società ad applicarne il contenuto e sollecitiamo il rispetto del Protocollo.
 
Roma 23 ottobre 2020
 
LE SEGRETERIE NAZIONALI
                                                                            
         SLC-CGIL                            FISTEL-CISL                       UILCOM-UIL 
      Umberto Carretti                    Fabio Benigni                     Roberto Corirossi 
 
 

rlfc news

Festa del Cinema di Roma 2020

Eventi in programma Lunedì 19 Ottobre

 

In osservanza delle disposizioni anti-Covid, non sarà possibile partecipare dal vivo agli incontri.

 

Gli eventi saranno trasmessi in diretta streaming sul canale YouTube di Roma Lazio Film Commission per permettere a tutti anche in questa edizione 2020 di continuare a seguire Cinecampus, CineCampus Atelier e tutti gli eventi organizzati quest’anno. 

 

Clicca sul link del canale YouTube e troverai in home page il live streaming.

 

RLFC YouTube:

https://www.youtube.com/channel/UCQwCmJnPAqCJIAAkkV1yApQ

 

11.00 | CineCampus Atelier
Il montaggio cinematografico e la creazione dell’opera definitiva: Giogiò Franchini (Padrenostro, Il gioiellino, Le conseguenze dell’amore)

 

14.00 | CineCampus Atelier
Le nuove frontiere del cinema digitale: 8K e oltre: Stefano Belli (Tutto Digitale), Malcolm Rossi (Sony) e David Metalli(Canon)

 

16.30 | CNA Cinema e Audiovisivo:
una filiera completa e integrata. Presentazione di Adeci e Ueci. Intervengono Gianluca CurtiStefano Di NiolaVincenzoMoscaManuele Ilari. Modera Mario Perchiazzi

 

festadelcinema2020