Giancarlo Budace

Big fan of opensource and ubuntu

Website URL: http://joomlabuff.com/

 

talenti intrecciati slide

 

VISCONTI - GARBUGLIA - TOSI

TALENTI INTRECCIATI

16 novembre/8 dicembre 2019

SCUDERIE ALDOBRANDINI - FRASCATI

orario di apertura:

martedi-venerdi 10.00/18.00 | sabato e domenica 10.30/19.30

talentiintrecciati

a cura di Lorenzo Baraldi, Alida Cappellini, Giovanni Licheri, Alessandra di Fiore, Italo Moscati

 

 

Una magnifica mostra presso le Scuderia Aldobrandini nel comune di Frascati, rende omaggio a tre grandi personaggi che hanno creato opere immortali grazie ai loro "Talenti intrecciati": Visconti, Garbuglia, Tosi.

 Una rassegna cinematografica per rendere omaggio a quell’incrocio di artigianalità che rende possibile la magia del cinema: non solo il lavoro del regista demiurgo, dunque, ma anche quello di scenografi e costumisti, collaboratori senza cui l’ingranaggio filmico non può prendere vita.

Organizzato dalla Associazione Scenografi Costumisti e Arredatori Italiani (la A.S.C.), instancabile nella volontà di rendere noto ai più il mestiere di quelli che per molti non sono che “soliti ignoti”, il progetto è stato curato da Lorenzo Baraldi, Alida Cappellini, Giovanni Licheri, Alessandra Di Fiore e Italo Moscati in collaborazione con la Cineteca Nazionale – Centro Sperimentale di cinematografia.

 

Si ringraziano: il CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA - CINETECA NAZIONALE
Daniela Massidda Garbuglia, Manuela Tursi, Gloria Fegiz
per l’ASC: B. Amalfitano, D. Giovannoni, L. Nigri, M. Tasciotti, L. Lupi.

 

 

 

 

 

1500x500

 

CARI SOCI, 
UN PICCOLO REPORT SUL MERAVIGLIOSO  INCONTRO DEI NOSTRI SOCI COSTUMISTI CON DEBORAH LANDIS, RAPPRESENTANTE DELL’ACADEMY, CHE HA RISCOSSO UN ENORME SUCCESSO DI PUBBLICO.

Sala piena, al MAXXI il 24 ottobre, per il panel Costume Design… Italian Style, organizzato dall’Academy of Motion Picture, Arts and Sciences e la Festa del Cinema di Roma in collaborazione con ASC, Istituto Luce Cinecittà e il supporto di Swarovski.

A moderare l’incontro Deborah Nadoolman Landis, celeberrima costumista che oltre a dirigere il David C. Copley Center for Costume Design della UCLA è membro dell’Academy of Motion Picture Arts & Sciences, Costume Branch.

Con lei sul palco, i nostri soci costumisti Gabriella Pescucci e Carlo Poggioli (membri dell’Academy), Eva CoenStefano de Nardis Daniela Ciancio (Member, Academy of Motion Picture Arts and Sciences).

Tanti i giovani presenti, affascinati dai racconti della mitica costumista (è a lei che si deve il fedora e il gilet indossati dall’Indiana Jones interpretato da Harrison Ford e la giacca di pelle rossa usata da Michael Jackson in Thriller) e dagli interventi dei nostri soci ASC, che hanno condiviso con il pubblico non solo ricordi e aneddoti sul set, ma hanno raccontato le difficoltà che si incontrano durante la preparazione di un film e la passione condivisa da tutti per il cinema e il lavoro d’equipe che permette di mettere in scena la visione del regista.

Il panel capitolino si iscrive in un programma itinerante organizzato dalla Academy che ha toccato anche la Francia e la Spagna e andrà nei prossimi anni a Berlino e a Mosca: «In ogni luogo parliamo la lingua del posto, ma noi costumisti parliamo la stessa lingua perché siamo una grande comunità», ha spiegato la Landis, che ha poi aggiunto: «Facciamo un lavoro molto diverso da quello degli stilisti, perché non disegniamo moda. Non ci limitiamo a fornire degli abiti con cui vestire gli attori, ma cerchiamo l’anima dei personaggi e aiutiamo gli attori a trovarla».

La mattinata è trascorsa tra le domande e risposte dei 6 costumisti, da qual è il costume migliore («quello che si sa fondere con tutto il resto», ha risposto Stefano de Nardis) all’importanza di essere dentro la scenografia e la regia e organici al resto del film da parte del costumista, come ha sottolineato Eva Coen; Gabriella Pescucci ha evidenziato quanto sia fondamentale e quanto sia esaltante il lavoro di equipe, mentre Carlo Poggioli ha raccontato la soddisfazione di vincere le sfide, a volte al limite, che un film o un regista pongono alla creatività del costumista.

In chiusura, Deborah Landis ha voluto fare una raccomandazione ai molti studenti tra il pubblico: «Per fare questo mestiere ci vuole enorme passione e dedizione; ed è meglio iniziare a lavorare nei magazzini ed essere dei buoni assistenti a costumisti eccellenti per acquistare competenze e abilità nell’ombra prima di diventare costumista». 

A seguire un delizioso aperitivo offerto dall’organizzazione, durante il quale sono continuati scambi di opinioni fra tutti i presenti sul tema del panel e su nuove proposte di collaborazione fra l’Academy e la nostra Associazione.

ozio_gallery_lightgallery

Cari Soci,
continuano gli incontri dell'ASC nel mondo:
 
IC - CUNY ITALIAN CINEMA CUNY - MASTERCLASS

 

NEW YORK - 31 OTTOBRE 2019

 

L'ASC è stata invitata dalla City University of New York in collaborazione con l'Accademia Del Cinema Italiano David di Donatello, a tenere una masterclass insieme ad altri costumisti americani il prossimo 31 ottobre presso il CUNY Graduate Center. 

Special guest il Presidente e Direttrice artistica dei David di Donatello Piera De Tassis.
 
PARTECIPERANNO I NOSTRI SOCI :
Milena CanoneroCarlo Poggioli 
con i costumisti Ann Roth e Donna Zakowska

interverranno Eugenia Paulicelli ( IC - CUNY ) e Roberto Bess
in rappresentanza di ANNAMODE nostro fedele Sponsor

 

IC CUNY

 

Cari Soci,
continuano gli incontri dell'ASC nel mondo:
 
IC - CUNY ITALIAN CINEMA CUNY - MASTERCLASS

 

NEW YORK - 31 OTTOBRE 2019

 

L'ASC è stata invitata dalla City University of New York in collaborazione con l'Accademia Del Cinema Italiano David di Donatello, a tenere una masterclass insieme ad altri costumisti americani il prossimo 31 ottobre presso il CUNY Graduate Center. 

Special guest il Presidente e Direttrice artistica dei David di Donatello Piera De Tassis.
 
PARTECIPERANNO I NOSTRI SOCI :
Milena CanoneroCarlo Poggioli 
con i costumisti Ann Roth e Donna Zakowska

interverranno Eugenia Paulicelli ( IC - CUNY ) e Roberto Bess
in rappresentanza di ANNAMODE nostro fedele Sponsor

 

IC CUNY

 

1500x500Cari soci, 
un piccolo report sul meraviglioso  incontro dei nostri soci costumisti con Deborah Landis, rappresentante dell’Academy, che ha riscosso un enorme successo di pubblico.

 


Sala piena, al MAXXI il 24 ottobre, per il panel Costume Design… Italian Style, organizzato dall’Academy of Motion Picture, Arts and Sciences e la Festa del Cinema di Roma in collaborazione con ASC, Istituto Luce Cinecittà e il supporto di Swarovski.

A moderare l’incontro Deborah Nadoolman Landis, celeberrima costumista che oltre a dirigere il David C. Copley Center for Costume Design della UCLA è membro dell’Academy of Motion Picture Arts & Sciences, Costume Branch.

Con lei sul palco, i nostri soci costumisti Gabriella Pescucci e Carlo Poggioli (membri dell’Academy), Eva CoenStefano de Nardis Daniela Ciancio (Member, Academy of Motion Picture Arts and Sciences).

Tanti i giovani presenti, affascinati dai racconti della mitica costumista (è a lei che si deve il fedora e il gilet indossati dall’Indiana Jones interpretato da Harrison Ford e la giacca di pelle rossa usata da Michael Jackson in Thriller) e dagli interventi dei nostri soci ASC, che hanno condiviso con il pubblico non solo ricordi e aneddoti sul set, ma hanno raccontato le difficoltà che si incontrano durante la preparazione di un film e la passione condivisa da tutti per il cinema e il lavoro d’equipe che permette di mettere in scena la visione del regista.

Il panel capitolino si iscrive in un programma itinerante organizzato dalla Academy che ha toccato anche la Francia e la Spagna e andrà nei prossimi anni a Berlino e a Mosca: «In ogni luogo parliamo la lingua del posto, ma noi costumisti parliamo la stessa lingua perché siamo una grande comunità», ha spiegato la Landis, che ha poi aggiunto: «Facciamo un lavoro molto diverso da quello degli stilisti, perché non disegniamo moda. Non ci limitiamo a fornire degli abiti con cui vestire gli attori, ma cerchiamo l’anima dei personaggi e aiutiamo gli attori a trovarla».

La mattinata è trascorsa tra le domande e risposte dei 6 costumisti, da qual è il costume migliore («quello che si sa fondere con tutto il resto», ha risposto Stefano de Nardis) all’importanza di essere dentro la scenografia e la regia e organici al resto del film da parte del costumista, come ha sottolineato Eva Coen; Gabriella Pescucci ha evidenziato quanto sia fondamentale e quanto sia esaltante il lavoro di equipe, mentre Carlo Poggioli ha raccontato la soddisfazione di vincere le sfide, a volte al limite, che un film o un regista pongono alla creatività del costumista.

In chiusura, Deborah Landis ha voluto fare una raccomandazione ai molti studenti tra il pubblico: «Per fare questo mestiere ci vuole enorme passione e dedizione; ed è meglio iniziare a lavorare nei magazzini ed essere dei buoni assistenti a costumisti eccellenti per acquistare competenze e abilità nell’ombra prima di diventare costumista». 

A seguire un delizioso aperitivo offerto dall’organizzazione, durante il quale sono continuati scambi di opinioni fra tutti i presenti sul tema del panel e su nuove proposte di collaborazione fra l’Academy e la nostra Associazione.

ozio_gallery_lightgallery

COMUNICATO ASSEMBLEA 19 OTTOBRE

 

 
Cari soci,
vi inviamo il comunicato da parte dei sindacati per mettervi al corrente di cosa è stato deciso nell'assemblea dei lavoratori per il rinnovo del CCNL che si è svolta al cinema Sacher lo scorso sabato 19 ottobre:

 
COMUNICATO
cgil scl FISTel CISL
 
 
L’ASSEMBLEA DEI LAVORATORI SVOLTASI IN DATA 19 OTTOBRE 2019 PRESSO IL CINEMA NUOVO SACHER HA ACCOLTO LA PROPOSTA DI SINDACATI E DELEGAZIONE TRATTANTE DI CONTINUARE LA TRATTATIVA CON LE CONTROPARTI, DEFINENDO MEGLIO LE RIVENDICAZIONI E EFFETTUANDO UN AFFINAMENTO DELLA PIATTAFORMA PER QUANTO CONCERNE TABELLE SALARIALI E INQUADRAMENTALI.
 
VIENE CONFERMATO   
Lo stato di agitazione del settore 
con sospensione delle golden hour
 
 
Ha quindi prevalso,  in assemblea,  un atteggiamento  costruttivo e responsabile che vorremmo non venisse messo in difficoltà da comportamenti sbagliati. Purtroppo vengono denunciati atteggiamenti non corretti da parte di alcune produzioni nei confronti dei lavoratori che aderiscono all’agitazione atteggiamenti che non aiutano.  
Ricordando a tutti che l’art. 40 della nostra Costituzione definisce lo sciopero un diritto e che le forme di conflitto sindacale sono tutelate dalla L. 300/70, agiremo nei confronti delle società che, nelle varie forme, attueranno condotte antisindacali ovvero inadempienti verso le norme contrattuali e di legge vigenti. 
 
Roma, 21 ottobre 2019
 
 
p. LE SEGRETERIE NAZIONALI
SLC-CGIL        FISTeL-CISL
 
SLC CGIL
Produzione Culturale  P.zza Sallustio, 24  00187 Roma 
Tel 06 42048201 – Fax 06 4824325 
 
FISTEL CISL
Federazione della Comunicazione Via Salaria, 83   00185 Roma 
Tel 06 492171 – Fax 06 4457330

AGGIORNAMENTO TRATTATIVE
NUOVO CONTRATTO LAVORATORI TROUPES

 

Cari Soci e Colleghi,
dopo l'incontro dello scorso 1 ottobre dei nostri delegati Fidac con i sindacati e la controparte, continua la discussione per stabilire un'unica tabella retributiva adattabile sia per film che per fictions presenti sul mercato oggi e per definire le linee guida per i cosiddetti "film difficili o a low budget" sia per quelli ad altissimo budget.
 
Il prossimo 10 ottobre è la data fissata e termine ultimo per concludere la trattativa con la controparte riguardo le suddette tabelle. 
Gli accordi  raggiunti saranno comunque discussi dall'Assemblea Generale dei Lavoratori Troupes per decidere se accettare o meno le proposte definitive e capire di conseguenza su come procedere con le trattative.
Sarà un importantissimo incontro, siete quindi pregati di intervenire numerosi !!
 
 
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA GENERALE LAVORATORI TROUPES
SABATO 19 OTTOBRE 2019 
PRESSO IL NUOVO CINEMA PALAZZO - PIAZZA DEI SANNITI 9a - ROMA
ALLE ORE 10.00

 
RICORDIAMO A TUTTI I SOCI E COLLEGHI CHE LO STATO DI AGITAZIONE DEI LAVORATORI TROUPES E' ANCORA IN ATTO
E PREVEDE IL BLOCCO TOTALE GIORNALIERO LIMITATO ALLE GOLDEN HOURS,
SENZA NESSUN TIPO DI DEROGA PER NESSUNA PRODUZIONE E IN NESSUNA FASE DELLE LAVORAZIONI.
 
Nel caso riceveste inopportune pressioni da parte di chicchessia,
nel tentativo di mettere in discussione quanto sopra detto,
vi invitiamo a segnalarlo immediatamente al sindacato.

Il Presidente e i Delegati ASC
Carlo Poggioli

Cari Soci e Colleghi,   

nonostante le ferie estive ancora in corso, l'assemblea dei lavoratori indetta sabato 24 agosto, ha avuto una grandissima partecipazione.

Ci sono stati diversi interventi dei rappresentati delle varie associazioni e di quelli sindacali e, all'unanimità, sono state prese delle decisioni importanti espresse nel seguente comunicato:

 


 cgil scl FISTel CISL

COMUNICATO

L’Assemblea  Generale delle troupe tenutasi il 24 agosto 2019, dopo ampio e approfondito dibattito, pur se sottolineando con fermezza la volontà di perseguire il miglior risultato possibile sui punti qualificanti della trattativa per il rinnovo del CCNL. 


Ha condiviso e approva i contenuti espressi nel verbale sottoscritto con la Delegazione Datoriale il 22 agosto ultimo scorso. 
 

Pertanto, si sospendono gli scioperi calendarizzati, 
mantenendo lo stato di agitazione (solo blocco Golden Hours)
  
Roma 24 agosto 2019 

Per le Segreterie Nazionali
Slc/Cgil.     Fistel/Cisl

 
PER MAGGIORI DETTAGLI GUARDATE IL VIDEOMESSAGGIO  DI FABIO BENIGNI 
(rappr. sindacale  Fistel-Cisl) 
https://youtu.be/hU9_oC5xSFM
24agosto2019b
 
24agosto2019a
 
 
Siamo molto contenti di riprendere le trattative al tavolo con la controparte, e ringraziamo i delegati di tutte le associazioni per il grande lavoro svolto con tenacia insieme ai rappresentanti sindacali.

Il Presidente e i Delegati ASC
Carlo Poggioli 
 

Cari Soci e Colleghi, 
 
come potrete leggere dai comunicati a seguire, stiamo aspettando una risposta dalla controparte che dovrebbe confermarci un incontro all'Anica il giorno 22 agosto, sospendendo il previsto sciopero unicamente per la data del suddetto incontro (ovvero giovedi 22 ), e convocando un assemblea generale dei lavoratori troupe sabato 24 agosto , per discutere delle proposte della controparte e decidere sulla continuazione o meno sia dello stato di agitazione che dei futuri scioperi.
 
RIMANGONO COMUNQUE ATTIVI PER ORA GLI SCIOPERI DEL 
19 - 20 - 21 AGOSTO
 
La conferma dell'incontro dovrebbe arrivare dalla controparte entro le ore 20 di lunedi 19 agosto.
 
Ecco le ultime conversazioni intercorse fra APE, ANICA , APE e le OO.SS
 

 

 cgil scl FISTel CISL

 
COMUNICATO RISPOSTA DEL 16 AGOSTO DALLE OO.SS. ALLA CONTROPARTE CON INVITO AD UN INCONTRO ANTICIPATO AL 22 AGOSTO 
  
A seguito del vostro comunicato odierno, 16 agosto, le OO.SS. e la delegazione troupe si rendono disponibili, al proposto incontro con la rappresentanza datoriale per il 22 agosto, sospendendo il previsto sciopero unicamente per la data del suddetto incontro al fine di agevolare il dialogo tra le parti. 
E convocando un’assemblea generale dei lavoratori troupe, sabato 24/8, per poter esporre quanto emerso al tavolo di trattativa . 
Restiamo in attesa di una Vostra pronta risposta entro le ore 20 del 19 p.v. data termine per organizzare gli incontri. 
  
Roma 16 agosto 2019 
  
Per le Segreterie Nazionali 
Slc/Cgil.          Fistel/Cisl

 
COMUNICATO DA PARTE DI APA ANICA APE INVIATO IL 16 AGOSTO ALLE OO.SS
APA, ANICA, APE PROPONGONO UN CALENDARIO DI INCONTRI PER UN PERCORSO NEGOZIALE AD OLTRANZA DI TRE SETTIMANE
 
APA, ANICA e APE hanno appreso con stupore e preoccupazione della conferma degli scioperi indetti dalle Organizzazioni Sindacali Slc/Cgil e Fistel/Cisl nelle ultime due settimane di agosto. Lo stupore nasce dal fatto che alla comunicazione sindacale per un incontro il 20 agosto una risposta chiara è stata data dalla delegazione datoriale con la disponibilità per l’apertura anticipata del tavolo contrattuale il 23 agosto rispetto alla iniziale proposta del 27 agosto. La proposta è stata presentata, nel corso di una conversazione telefonica, avvenuta il 13 agosto dalle 18.00 alle 18.40, tra il Presidente dell’Associazione Produttori Audiovisivi Giancarlo Leone ed il rappresentante della controparte sindacale Umberto Carretti. Quest’ultimo aveva anche precisato che non avrebbe potuto partecipare, ma ciò non poteva e non doveva in alcun modo significare che la proposta di incontro il 23 non sarebbe stata portata a conoscenza della delegazione sindacale. Da qui anche la preoccupazione di una comunicazione che temiamo talvolta lacunosa all’interno delle organizzazioni sindacali a danno non soltanto delle produzioni ma anche dei lavoratori.
Poiché la decisione di confermare gli scioperi è avvenuta – a quanto si legge- perché “evidentemente quando scritto dalla delegazione datoriale nel comunicato del 12 agosto  scorso resta posizione ferma, come anche confermato da contatti per le vie brevi”, ciò è evidentemente avvenuto sulla base di un presupposto viziato da una evidente carenza di informazione: APA, ANICA e APE si erano rese disponibili ad anticipare al 23 agosto l’apertura del tavolo negoziale, la prima data possibile, a soli tre giorni da quella proposta dai sindacati!
Questa omissione rende necessario il ripristino delle sole comunicazioni ufficiali e pertanto le tre Associazioni dei produttori rendono pubblica la seguente proposta: aprire il tavolo negoziale sulla base di un calendario di appuntamenti definito e con scadenza entro tre settimane dal primo incontro con l’obiettivo di ricercare un accordo sui temi ancora aperti quali i minimi salariali ed alcuni livelli inquadramentali.
Le date proposte e definitive per il tavolo negoziale sono nelle date più vicine possibili: il 22 agosto, il 28 agosto ed il 4 settembre presso la sede ANICA. Condizione per la riapertura delle trattative è l’interruzione dello stato di agitazione e degli scioperi durante la fase negoziale che avrà l’obiettivo di concludersi entro tre settimane dall’inizio con una serie di serrate riunioni e di verifiche dei diversi passaggi relativi allo sviluppo dei minimi salariali, all’adeguamento rispetto agli standard riconosciuti dal mercato audiovisivo e cinematografico, alla scala parametrale dei livelli e a molti altri qualificanti punti negoziali.
Con questa ultima proposta APA, ANICA e APE ritengono di aver risposto ancora una volta in modo chiaro e responsabile all’urgenza della situazione e si attendono dalleOrganizzazioni Sindacali altrettanta disponibilità alla riapertura delle trattative, in assenza della quale si assumeranno (anche in pubblico) le responsabilità degli effetti devastanti sull’industria del cinema e dell’audiovisivo e sull’occupazione.
La mancata ripresa del negoziato sarebbe pretestuosa e ingiustificata, impedirebbe la conclusione delle produzioni attualmente in atto, non consentirebbe la pianificazione delle prossime produzioni, creerebbe uno situazione di stallo permanente per l’occupazione con effetti devastanti per il sistema produttivo e per il futuro dei lavoratori, riporterebbe indietro di anni la situazione dell’intero comparto sancendo uno stato di crisi con danni incalcolabili che, unito alla scarsità di risorse provenienti dal Tax Credit, avrebbe effetti irreversibili sugli investimenti e sulla occupazione e renderebbe nuovamente marginale il mercato italiano in un sistema ormai globalizzato.

APA                ANICA                       APE
Roma, 16 agosto 2019
 
Cari soci e colleghi,
il 10 agosto 2019 è venuto a mancare Piero Tosi, grande maestro di tutti noi, e socio onorario della nostra associazione.
Piero è stato protagonista assoluto del grande cinema italiano riconosciuto internazionalmente.
 
Una grande persona, instancabile nel trasmettere ai suoi collaboratori (non solo ai suoi assistenti  ma a tutti quelli che lo circondavano, scenografi , parrucchieri, truccatori etc...) il suo sapere, il suo culto per la perfezione e per il  "bello", mai fine a se stesso, ma sempre al servizio della storia che si andava a rappresentare.
 
Franco Zeffirelli, suo amico di sempre, recentemente scomparso, ha detto di lui  "un mago, in grado di far risorgere la storia, portando il passato nel presente".
 
da quando si è progressivamente allontanato dall'attività sui set e sui palcoscenici, ha dedicato ben 25 anni all'insegnamento di storia del costume al centro sperimentale di cinematografia, trasmettendo il suo prezioso bagaglio culturale e pratico a giovani costumisti molti dei quali lavorano sulla scena italiana e internazionale.
 
è stato l'unico costumista nella storia degli academy awards a ricevere un oscar alla carriera.
 
ciao Piero, ci mancherai tantissimo !!!!
 
i funerali  lunedi 12 agosto alle ore 17,00 presso la chiesa di San Giovanni Battista dei fiorentini - via Acciaioli 2 - Roma -
 
in allegato una breve storia su piero e la sua carriera, redatta da dino trappetti e caterina d'amico.
 
 
il presidente e il direttivo ASC
Carlo Poggioli
 

pierotosi
 

PIERO TOSI

Piero Tosi è nato a Sesto Fiorentino il 10 aprile 1927.
Ha studiato a Firenze, prima all’Istituto d’Arte e poi all’Accademia di Belle Arti, dove ha avuto tra gli insegnanti Ottone Rosai, e tra i compagni di studi Anna Anni, Danilo Donati e Franco Zeffirelli.
Ha iniziato l'attività professionale nel 1947 in teatro, ambito nel quale si è più volte cimentato con successo anche come scenografo: tra gli spettacoli memorabili, La locandiera di Goldoni nel 1952, Macbeth di Verdi nel 1958 a Spoleto, per l'inaugurazione del primo Festival dei Due Mondi, e sempre a Spoleto, nel 1973 disegnò i costumi di una memorabile Manon Lescaut di Puccini facendo co-firmare i costumi per la prima volta alla sua allieva e collaboratrice prediletta Gabriella Pescucci.
Questi spettacoli portavano tutti la firma di Luchino Visconti.
Ha debuttato nel cinema nel 1951, chiamato da Franco Zeffirelli, allora assistente alla regia di Luchino Visconti per il film Bellissima, interpretato da Anna Magnani. L’incontro con Visconti si rivelò fondamentale, e si tradusse in un sodalizio destinato a durare un quarto di secolo, sul palcoscenico e sullo schermo. Per Bellissima Tosi intraprese con cura quella ricerca di abiti presi dalla realtà che sarebbe diventata una sua caratteristica, non limitata ai film di ambientazione contemporanea.Infatti negli anni a seguire, grazie alla collaborazione con Umberto Tirelli, sarto e collezionista che Tosi definiva "un complice straordinario", questa esperienza si concretizzò in una prassi applicata con successo anche a film ambientati in epoche

diverse, creando una nuova visione del costume cinematografico che ha fatto scuola nel mondo.
Dopo aver collaborato con Marcel Escoffier alla creazione dei costumi ottocenteschi di Senso, fu responsabile per quelli contemporanei di Rocco e i suoi fratelli. Per Il Gattopardo rivolse l’attenzione alle testimonianze fotografiche dei dagherrotipi degli aristocratici dell’Ottocento, con l’obiettivo di rispettare fedelmente le indicazioni del romanzo di Tomasi di Lampedusa; per La caduta degli dei guardò alla moda degli anni Trenta, con una particolare attenzione all’espressionismo tedesco. Negli ultimi tre film viscontiani Tosi ha dimostrato ancora una volta la sua straordinaria abilità nel riportare in vita epoche lontane: in Morte a Venezia gli anni immediatamente precedenti alla prima guerra mondiale, in Ludwig gli ultimi bagliori dell’impero austroungarico, in L’innocente (1976), l’atmosfera decadente della fine del secolo XIX.Un sodalizio altrettanto duraturo ha legato Tosi a Mauro Bolognini, con il quale ha esplorato un mondo più popolare rispetto a quello narrato nei film di Visconti; per i suoi film (tra cui Il bell’Antonio, La Viaccia, Metello, Bubù di Montparnasse) Tosi ha creato i costumi e spesso ha curato anche gli arredamenti.Tra gli altri grandi autori del cinema italiano con i quali ha collaborato, particolarmente significativa la collaborazione con Mario Monicelli (I compagni), Liliana Cavani (Il portiere di notte), Franco Zeffirelli (La Traviata; Storia di una capinera). Per Federico Fellini. ha curato le acconciature e il trucco dei personaggi del film Fellini Satyricon.
L'amico di tutta la vita Franco Zeffirelli, recentemente scomparso, ha detto di lui "Un mago, in grado di far risorgere la storia, portando il passato nel presente".

Un profondo rapporto di fiducia ha legato Tosi a grandi interpreti della scena e del cinema italiano. In particolare a Silvana Mangano per i film di Luchino Visconti; a Sophia Loren per i film di Vittorio De Sica (Ieri, oggi, domani, Matrimonio all’italiana) a Claudia Cardinale , dall’indimenticabile Angelica de Il Gattopardo, di Visconti , La Viaccia e Senilità di Mauro Bolognini; a Maria Callas per Medea di Pier Paolo Pasolini, unico film interpretato dalla cantante.Professionisti di fama internazionale come Gabriella Pescucci, Vera Marzot, Maurizio Millenotti, Carlo Poggioli, Alberto Spiazzi, Alessandro Lai, Mariano Tufano, si fanno un vanto di avere iniziato la carriera come suoi assistenti. Tuttora la Sartoria Tirelli custodisce gelosamente i suoi capolavori.
Dopo la scomparsa di Luchino Visconti, Tosi si è progressivamente allontanato dall'attività dei set e dei palcoscenici, dedicandosi a tempo pieno all'insegnamento presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, dove per 25 anni ha trasmesso il suo prezioso bagaglio culturale e pratico a giovani costumisti che sono già sulla scena italiana e internazionale, tra cui Massimo Cantini Parrini, Daniela Ciancio, Andrea Sorrentino.

Nel giugno 2013, sotto lo stimolo di Carla Fendi mecenate del Festival di Spoleto, Piero Tosi è tornato un'ultima volta sulle scene disegnando un delizioso Matrimonio segreto di Cimarosa per la regia di Quirino Conti.Nel corso della sua carriera, Tosi ha ricevuto innumerevoli premi, tra cui 8 Nastri d'argento, 3 David di Donatello e 2 BAFTA. Cinque volte finalista agli Oscar (per i costumi di Il Gattopardo, Morte a Venezia, Ludwig, Il vizietto, La Traviata), non lo ha mai vinto. Nel 2013 gli è stato attribuito un Oscar alla carriera: è stata la prima - e a tutt'oggi unica - volta che questo onore viene conferito a un costumista.