Venerdì 22 Settembre 2017
utubew facebook twitter google in corsincittacolor image005

Press news

RITORNA IL MICRO SALON ITALIA EDIZIONE 2014 a Cinecittà

Dopo il grande successo di pubblico della precedente edizione del 2013 ARRIVA IL 2° MICRO SALON ITALIA 2014

Dal 7-8 marzo 2014

Vi comunichiamo già da ora che lo spazio del Micro Salon presso Cinecittà Studios sarà ampliato, grazie alla disponibilità del Pres. Giuseppe Basso che metterà a disposizione 2 grandi teatri di posa, in modo da dare maggior visibilità alle persone interessate a partecipare.
L’evento, quindi, si avvarrà del patrocinio di Cinecittà Studios. 

L'apertura al pubblico sarà di 2 giorni, venerdì con orario dalle 9,30 alle 22,00 e sabato dalle 09,00 alle 17,00.

Il Salone espositivo sarà concluso da un buffet

Sono ancora disponibili degli spazi espositivi per aziende che operano nel settore dell'audiovisivo e tecnologia applicata ad esso
per info mail : segreteria@opensolutionsrl.com tel: 06 5085011

Leggi tutto: RITORNA IL MICRO SALON ITALIA EDIZIONE 2014 a Cinecittà

 

UNA NOTIZIA TANTO ATTESA, ARRIVATA MALE

BANDO REGIONE LAZIO PER OPERE TELEVISIVE  CON SCADENZA IMMINENTE

Apprendiamo dalle pagine della Cronaca di Roma del quotidiano La Repubblica di oggi, 27 dicembre 2013, della pubblicazione del bando da parte della Regione Lazio per la concessione di aiuti alla produzione di film e opere televisive.

Il bando, riferito alla legge cinema regionale recentemente approvata, prevede lo stanziamento di 15 milioni di euro sull’esercizio 2014. Una boccata di ossigeno, come giustamente riporta l’articolo, atteso da tutto il settore dopo le delusioni della giunta Polverini.

Leggi tutto: UNA NOTIZIA TANTO ATTESA, ARRIVATA MALE

 

INTITOLAZIONE DEL TEATRO 5 AL MAESTRO FEDERICO FELLINI

felliniNew

A 20 anni dalla scomparsa di Federico Fellini, Cinecittà torna a rendere omaggio al regista riminese che negli studios di via Tuscolana ha diretto i suoi migliori capolavori, tra i quali tre pellicole che vinsero l' Oscar per il miglior film straniero: Le Notti di Cabiria (1958), 8 ½ (1964), Amarcord (1975).

Leggi tutto: INTITOLAZIONE DEL TEATRO 5 AL MAESTRO FEDERICO FELLINI

 

L'opera audiovisiva e il contributo del costumista o dello scenografo

Il costumista, così come lo scenografo, rende un contributo di notevole rilevanza pratica per la realizzazione di un’opera audiovisiva.

Tuttavia, spesso l’autore dei costumi lamenta il fatto che il produttore, a fronte di un contratto che prevede il pagamento di un compenso per l’ideazione e l’acquisto della proprietà materiale dei bozzetti dei costumi per un’opera teatrale, televisiva, o cinematografico, successivamente li usi, anche in lavori diversi, modificandoli, plagiandoli, o, comunque, non indichi il nome del loro autore.

Questo comportamento viene generalmente giustificato in base al fatto che l’articolo 86 della LdA n. 633/1941 dispone che all’autore dei bozzetti di opere teatrali che non costituiscono opera dell’ingegno, ha diritto a un compenso quando il bozzetto è usato ulteriormente in altri teatri, oltre a quello per il quale è stato composto.

Leggi tutto: L'opera audiovisiva e il contributo del costumista o dello scenografo

 

SICUREZZA PER GLI OPERAI DEGLI SPETTACOLI LIVE. Mai più morti sotto i palchi!

Ciao Alida,

Sono Paola, madre di Matteo, rigger morto il 5 marzo 2012 a Reggio Calabria, durante il montaggio del mega palco per il concerto di Laura Pausini.

Dopo un anno e mezzo dalla morte di mio figlio niente è cambiato. Lo dimostra l’ennesima recente tragedia: solo un mese fa Khaled Farouk Abdel Hamid ha perso la vita durante lo smontaggio del concerto dei Kiss, così come era accaduto a Francesco Pinna durante i lavori d’allestimento del palco di Jovanotti, tre mesi prima della morte di Matteo.

Rigger, scaffolder, facchini, sono tutti "lavoratori invisibili" dello spettacolo!

Gli operai specializzati adibiti a costruire e gestire le strutture per i grandi eventi live, come i concerti con turni di lavoro illimitati, sono esasperati dalla necessità di rispettare le consegne programmate, e con personale insufficiente. Condizioni rese ancor più "ad alto rischio" dalla mancanza di revisione dei materiali assemblati e da un' organizzazione dei cantieri basata più sulla consuetudine che sulle regole e sulle leggi; una prassi che non rispetta la gerarchia formale e sostanziale dei ruoli operativi.

Quello dei concerti è un business milionario, l’unico nel mercato della musica in grado di assicurare, ancora oggi, i massicci guadagni di una volta. Ma questo non deve prescindere dalla sicurezza dei lavoratori.

Chiediamo che le norme sulla sicurezza del lavoro e le norme sulle costruzioni attualmente in vigore siano integrate con proposte a tutela degli operai dello spettacolo.

Andrebbe verificata l'idoneità delle location che accolgono le strutture da montare, i turni andrebbero programmati in maniera adeguata e andrebbe regolato il sistema di scatole cinesi degli spettacoli live.

E' ora di dire basta ai morti sotto i palchi!

Grazie,

Paola Armellini via Change.org

FIRMA LA PETIZIONE ONLINE

Leggi tutto: SICUREZZA PER GLI OPERAI DEGLI SPETTACOLI LIVE. Mai più morti sotto i palchi!

 

Pagina 7 di 20